Studiare Belle Arti.

Studiare Belle Arti è una frase che fa sognare molti aspiranti artisti. Ma cosa sono davvero le Belle Arti, quali corsi offrono, cosa fare dopo questi studi e, soprattutto, quali sono i prerequisiti da padroneggiare per accedere a questi prestigiosi corsi d'arte? Rispondiamo a tutte queste domande per aiutarti a capire meglio gli studi in queste scuole d'arte superiori.

Cosa sono le Belle Arti?

Quando si parla di belle arti, di solito si menziona l'École Supérieure des Beaux-Arts. Questi istituti di istruzione superiore permettono agli studenti di diventare professionisti nelle professioni artistiche, offrendo loro laboratori che trattano numerose pratiche artistiche. Originariamente, c'erano quattro "Beaux Arts", con pittura, scultura, incisione e architettura, ma oggi ci sono molti altri moduli di creazione artistica. Ci sono corsi di arte contemporanea, arti applicate, arti plastiche, arte e design, arte digitale e arti visive, tra altri moduli di insegnamento artistico. Anche se l'École Nationale Supérieure des Beaux-Arts de Paris è la più prestigiosa, ci sono diverse decine di scuole pubbliche dello stesso tipo in tutta la Francia. Gli studenti possono anche rivolgersi a istituti privati, a volte chiamati anche École des Beaux-Arts, che offrono corsi relativamente identici a quelli delle strutture pubbliche.

Quali sono i prerequisiti per entrare nelle Belle Arti?

Dopo il baccalaureato, andare alle Belle Arti non è necessariamente automatico per chi ha un baccalaureato. Un'applicazione a queste scuole non è sufficiente, e diversi criteri devono essere soddisfatti prima di poter fare domanda e unirsi a questa formazione artistica post-bac. Aver preso lezioni di disegno o una pratica artistica prima è già un vantaggio, per non dire una necessità, per preparare l'esame di ammissione e sperare di essere ammessi alle Beaux-Arts. Per coloro che sono sensibili al mondo dell'arte, ma non hanno avuto la possibilità di acquisire le competenze necessarie, sono disponibili altre strade. Questi includono il MANAA (livellamento nelle arti applicate in Francia), un anno preparatorio per l'ammissione alle scuole d'arte, che offre corsi d'arte durante un anno accademico, al fine di ottenere un'equivalenza con gli studi d'arte che alcuni possono aver ricevuto da un'età molto giovane. Un BTS in design o specializzato in un particolare campo dell'arte può anche essere un primo passo per entrare più tardi nelle scuole più grandi. Questi corsi sono più accessibili e richiedono un livello artistico generalmente più basso di quello che può essere richiesto per il concorso di belle arti. Tuttavia, ti permettono di allenarti durante due anni e di migliorare le tue abilità durante questo periodo. Rimane il caso degli artisti autodidatti. Se questi ultimi possono ancora entrare in una scuola d'arte dopo un baccalaureato non correlato (scientifico per esempio), dovranno aver avuto l'opportunità di formarsi per diversi anni per prepararsi all'esame di ammissione. Può allora essere interessante per loro padroneggiare le varie tecniche di disegno, ma anche interessarsi alla tecnologia digitale, come vedremo più avanti, in questo tipo di stabilimento si offrono corsi di design o di comunicazione

Dovranno essere in grado di familiarizzare con i software di grafica e le tavolette grafiche, ma questi strumenti sono a volte poco accessibili senza corsi dedicati, soprattutto per i giovani che a volte sono più dissipati se il risultato non è istantaneo. Tuttavia, ci sono alternative che permettono agli studenti di esercitarsi e disegnare su carta, pur beneficiando di un'introduzione alla tecnologia digitale, con tavolette grafiche come la ISKN Repaper, che permette agli studenti di posizionare un foglio di carta direttamente sulla superficie attiva della tavoletta e disegnare con le loro matite preferite grazie a un anello magnetico, che ritrascrive i movimenti della matita. Il disegno viene poi trasmesso istantaneamente al software di grafica, come con qualsiasi tavoletta. Il vantaggio sta nella doppia formazione: arte tradizionale e arte digitale, e non c'è bisogno di lavorare sulla coordinazione occhio-mano all'inizio, che potrebbe essere scoraggiante quando si fanno i primi passi nell'arte digitale. Tutto ciò che rimane è che i futuri studenti si presentino ai colloqui di ammissione con il loro lavoro in formato digitale e cartaceo per migliorare le loro possibilità di entrare nelle migliori scuole.

Repaper
La semplicità di carta e penna, la potenza di una tavoletta grafica
Scoprire

Quali corsi posso fare?

Corsi BAC +3

Dopo il baccalaureato, gli studenti delle scuole superiori che desiderano iscriversi a una scuola d'arte pubblica possono fare l'esame di concorso per le scuole d'arte. Questi ultimi rilasciano diversi diplomi nazionali approvati dal Ministero della Cultura. Questi includono il Diploma Nazionale d'Arte in Francia (DNA). A livello Bac +3, è un'introduzione alla materia e un prerequisito per un successivo master (5 anni dopo la maturità). Il primo anno consiste in moduli generalisti di cultura generale, corsi di storia dell'arte e l'insegnamento di tutte le basi necessarie per la fase successiva. A partire dal secondo anno, lo studente d'arte dovrà scegliere uno dei tre percorsi specializzati offerti. C'è l'opzione arte, che fornisce una formazione artistica generalista orientata all'arte nella sua forma più pura, o l'opzione design, che si rivolge al design grafico, al design di oggetti, al design di prodotti o al design di spazi, tra gli altri. Infine, c'è l'opzione di comunicazione, dove tutti gli insegnamenti artistici riguardanti le arti grafiche saranno presentati con una pedagogia che si concentrerà sulla comunicazione visiva. Se il primo anno è una sorta di classe preparatoria, il secondo e il terzo anno permettono agli studenti di combinare teoria, pratica con i professionisti e progetti personali, al fine di ottenere il DNA, che conferisce l'equivalente di un diploma di laurea.

BAC +5 corsi

Dopo il DNA, gli studenti d'arte possono finalizzare il loro corso prendendo il DNSEP ( Diploma Nazionale Superiore di Espressione Plastica in Francia), che dura altri due anni e ha un livello bac+5. Questo diploma, rilasciato dalle Scuole Nazionali Superiori di Belle Arti, permette agli studenti di lavorare su un progetto sostanziale, che deve essere presentato ad una giuria attraverso una tesi finale. La persona premiata con il DNSEP sarà quindi un laureato in belle arti e potrà iniziare la sua vita professionale come artista, designer o grafico, a seconda della specializzazione scelta nei primi tre anni. Va notato che il DNSEP è anche un'opportunità per gli studenti di andare all'estero o di fare stage, per aprire i loro orizzonti e acquisire esperienze utili per il loro futuro.

Quanto costa andare alle Belle Arti?

C'è una vasta gamma di corsi di educazione artistica superiore in offerta, e i costi possono facilmente raddoppiare a seconda della scuola d'arte che si sceglie. Per le scuole d'arte pubbliche, come tutti gli istituti d'istruzione superiore, le tasse d'iscrizione e le spese si aggirano intorno ai 500 euro. Tuttavia, è possibile ottenere borse di studio che abbassano il costo di ammissione, rendendo così l'istruzione pubblica gratuita. Poi c'è il caso delle scuole pubbliche. Prima di tutto, è importante capire che alcune scuole sono riconosciute dallo Stato, mentre altre no. È quindi essenziale essere consapevoli del valore del diploma che riceverete dopo aver studiato arte in questo tipo di struttura. Il prezzo di una scuola d'arte privata può variare molto. Dovresti considerare di spendere tra i 3.000 e i 10.000 euro all'anno per entrare in una scuola come questa. Il costo dei cinque anni è quindi molto più alto che nelle scuole pubbliche, ma alcune scuole sono altamente valutate, e hanno un'aura reale per entrare nel mondo del lavoro dopo.

E dopo...?

Beh... tutto dipende dalla tua specializzazione. Se hai seguito un corso di design grafico, puoi considerare di diventare un designer industriale, un designer tessile o un designer di spazi, per esempio. Gli studenti che hanno optato per la specializzazione in comunicazione possono prendere in considerazione le professioni di illustratore, grafico (o infografista) o perché no direttore artistico di un'agenzia pubblicitaria. L'opzione artistica, da parte sua, riunirà futuri pittori, scultori e fotografi, ma preparerà anche gli studenti a lavori nei musei come curatori o galleristi. Alcune scuole offrono anche specializzazioni in film d'animazione o fumetti, tra gli altri. La scelta è dunque vasta, e la scuola d'arte, contrariamente alla credenza popolare, non porta solo a carriere come artisti intermittenti, per le quali è vero che le opportunità sono minori che nella comunicazione o nella creazione digitale, per esempio.

Arte per tutti i gusti.

Come abbiamo visto, le Belle Arti offrono una moltitudine di corsi. Dall'arte classica al design e alla comunicazione, molteplici opzioni e specializzazioni sono disponibili per te dal momento in cui entri in una scuola come questa. Una buona conoscenza delle basi dell'arte classica e digitale è un vero vantaggio quando si tratta di superare gli esami di ammissione, il primo anno è comune e richiede versatilità per poter scegliere la propria specializzazione dal secondo anno in poi. Tocca a te allenarti bene con tutti gli strumenti a tua disposizione, e integrare le scuole d'arte più prestigiose, avendo partecipato al successo di molti studenti.

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi 10€ di buono regalo
Valido per l'acquisto di una Repaper Faber-Castell Edition o Repaper xLite nuova.