Come diventare un designer?

Progettare i prodotti di domani, guadagnarsi da vivere con il disegno e la creatività, la professione di designer è un sogno per molte persone creative e designer in erba. Tuttavia, ci sono molte specialità in questo campo, e bisogna essere in grado di adattarsi a quella che si sceglie. Gli strumenti giusti ti aiuteranno, e sia per gli autodidatti che per coloro che hanno seguito un corso di formazione specifico, diventare un designer richiede qualità creative che sono essenziali per avere successo in questo percorso.

Qual è il lavoro del designer?

Una disciplina ampia

La professione di designer comprende una moltitudine di professioni, ognuna con le sue particolarità. Anche se è soprattutto una professione d'arte, i campi del design sono vari, e ci sono un gran numero di campi di studio legati alla creazione grafica. Tra questi, troviamo la professione di web designer, che si specializza nel design digitale, e che si può trovare come grafico di siti web, o nei videogiochi, tra gli altri. Per il campo del design della comunicazione, si può usare la tecnica del motion design. Il grafico creerà immagini e illustrazioni animate per comunicare sui prodotti da promuovere. Lo space designer svilupperà un nuovo modo di pensare l'architettura di un luogo. Anche se tutte queste professioni fanno parte dello stesso universo, quando si parla della professione di designer, ci si riferisce più specificamente al design del prodotto o alla creazione industriale. Il product designer sarà la chiave di volta del design del prodotto. Che tu sia un designer in un'agenzia di design o un libero professionista, questa funzione è particolarmente presente nel design dei beni di consumo e del loro imballaggio. Grazie alle sue creazioni grafiche, permetterà lo sviluppo di prototipi per mobili e oggetti che si possono trovare in tutte le case.

Ci sono diversi supporti e strumenti per la professione di designer

Anche se ci sono molte professioni nel campo del design, generalmente usano strumenti relativamente simili, la cui ergonomia e interfacce aiuteranno i grafici nella fattibilità dei loro progetti. Il software di progettazione grafica è il primo elemento essenziale nella progettazione di un'immagine grafica di qualità, permettendo di vedere l'oggetto immaginato nella sua interezza. Tra i più noti ci sono Photoshop e Illustrator. Funzionali grazie alla loro versatilità, possono essere completamente adattati alla grafica e al design di mobili o oggetti di ogni tipo. Altri software di DTP come Indesign possono anche essere utili per la presentazione dei prodotti, al fine di metterli in evidenza, nel quadro della creazione di supporti di comunicazione su di essi. Al fine di migliorare l'esperienza dell'utente per il designer, le tavolette grafiche sono opzioni creative obbligatorie per sfruttare al massimo il software di cui sopra.

Con loro, i vincoli tecnici scompaiono, poiché permettono di disegnare i tuoi schizzi con uno stilo in modo molto naturale. Questo è particolarmente vero con le tavolette grafiche scanner, come la ISKN Repaper, che ti permettono di disegnare direttamente su un foglio di carta, posto sull'area di disegno, con la tua matita preferita, proprio come faresti con un tradizionale sketchbook. Grazie all'anello magnetico installato intorno alla penna, e con i sensori di sensibilità integrati, permette di riprodurre perfettamente i movimenti della tua matita, per vedere la tua illustrazione disegnata sullo schermo del computer in tempo reale. Non c'è bisogno di corsi avanzati di grafica nelle scuole di design, questo tipo di tavoletta digitale permette a chiunque abbia idee per oggetti innovativi e un livello decente di disegno di lavorarci al computer, senza dover praticare la coordinazione mano-occhio richiesta dalle tavolette grafiche più tradizionali senza schermo. Gli strumenti del designer sono allora alla portata di tutti, e permettono agli autodidatti, o ai semplici appassionati, di sviluppare la loro arte in modo più professionale.

Come formarsi per la professione di designer?

Diversi livelli di studio per diverse specializzazioni

Diventare designer può essere un sogno per molti, e anche se, come vedremo più avanti, è possibile raggiungere i propri obiettivi senza un diploma di design o un diploma superiore specifico, studiare graphic design in una scuola di design, in un corso BTS, o anche in un corso a distanza, permette un'apertura più facile al mondo del lavoro, dove le opportunità di lavoro possono essere scarse nelle professioni artistiche.Ci sono molti corsi post-secondari, e se puoi rivolgerti a un corso di design, come il BTS in product design, il BTS in comunicazione visiva, o una licenza professionale specializzata nel settore, un master in design (bac +5) in una scuola nazionale di arte e design rimane il modo migliore per prevedere, a medio termine, posizioni interessanti con un alto livello di responsabilità, come quella di direttore creativo. Ci sono molti corsi postsecondari, e se puoi rivolgerti a un corso di design, come il BTS in product design, il BTS in comunicazione visiva, o una licenza professionale specializzata nel settore, un master in design (bac +5) in una scuola nazionale di arte e design rimane il modo migliore per prevedere, a medio termine, posizioni interessanti con un alto livello di responsabilità, come quella di direttore creativo. Per l'ammissione a un corso di design, può essere interessante per alcune persone fare un corso di livellamento in arti applicate (MANAA). Questo ti permetterà di rivedere le basi del design grafico, per poi essere in grado di entrare in un BTS in design grafico, o in un altro corso di design grafico adatto.

È possibile essere un designer autodidatta!

Diventare un graphic designer non significa necessariamente andare alla scuola d'arte o a un college di design per avere successo. Alcuni designer rinomati, che dimostrano una creatività eccezionale, hanno imparato tutto da soli e possono ora lavorare al design e alla realizzazione delle loro idee su base freelance. Tuttavia, è importante ricordare che la professione di designer non offre le migliori opportunità, e sarà più difficile entrare in un'agenzia di product design o in un'agenzia pubblicitaria con solo una laurea. I freelance devono quindi lavorare il doppio degli altri per essere in grado di lavorare con nuovi clienti su base regolare, e tenersi aggiornati sugli ultimi sviluppi nel campo e mantenere una mente aperta. Inoltre, devono usare gli stessi strumenti dei designer che escono dalle migliori scuole, per soddisfare le esigenze dei loro clienti. Anche se strumenti come lo scanner per tavolette grafiche permettono di lavorare con software grafici complessi, poiché eliminano una serie di vincoli tecnici, in particolare la coordinazione occhio-mano e l'uso della penna, a volte sgradevole, è importante che il designer si tenga aggiornato sui nuovi software e sulle nuove possibilità offerte dalle soluzioni digitali.

Alcuni consigli su come diventare un designer

Le qualità di un designer

Per diventare un designer, o meglio ancora un project manager o un direttore artistico di un'agenzia di design, avere solo talenti Mentre queste qualità rimangono essenziali per acquisire la propria identità visiva, bisogna anche saper lavorare in un team, avere una conoscenza generale, essere curiosi e avere una forte sensibilità creativa, al fine di utilizzare la propria immaginazione per capire le richieste dei clienti.

Adattarsi al cliente

Ricordi che sta lavorando per un cliente, e il cliente è il re. Devi quindi fare regolarmente delle concessioni per assicurarti che i prototipi e i modelli che fornisci soddisfino le loro aspettative. Puoi pensare che le loro richieste rovinino il tuo prototipo di base, ma l'oggetto che crei deve soddisfare i loro bisogni e le loro specifiche, che possono essere fatte coincidere con l'identità del loro marchio. Quindi adattati di conseguenza, tieni a mente che stai facendo un lavoro, e puoi mantenere l'aspetto creativo per le tue idee.

Prendi ispirazione dal mondo esterno

Per mantenere la mente lucida, è importante che il grafico esca e pensi ai suoi futuri elementi grafici attraverso la natura e ciò che può essere intorno a lui. Un semplice elemento, da una pianta a un animale, può essere una vera fonte di ispirazione e può integrare il design degli oggetti, rendendoli innovativi e creativi. Le più grandi creazioni sono spesso ispirate dal mondo esterno e dalla natura. Questo aspetto non dovrebbe quindi essere trascurato per mantenere la vostra immaginazione al passo con i tempi, soprattutto in un momento in cui l'ecologia e la natura sono al centro delle nostre preoccupazioni.

Il design deve rimanere una passione

Se vuoi iniziare una carriera come designer, potresti scoprire che stai lavorando su progetti che non sono interamente tuoi, dato che i clienti possono avere richieste che ti richiedono di fare molte concessioni nei tuoi disegni. Ecco perché è una buona idea fare progetti personali al di fuori del lavoro che sono importanti per te. Questo ti aiuterà ad evitare di diventare disilluso e disincantato con questa professione a volte difficile. Tieni presente che più progredisci nella tua carriera, più progetti interessanti avrai in base alla tua anzianità ed esperienza.

Mantenere una mente aperta!

Come abbiamo visto, diventare un designer è un processo di apprendimento costante. Mentre studi specifici e strumenti come software e tavolette grafiche ti permettono di lavorare in modo professionale, essere un designer, qualunque sia la tua specialità, è prima di tutto un lavoro di passione, che ti richiede di essere sempre aggiornato sugli ultimi sviluppi e di essere costantemente ispirato.