Entrare nelle professioni creative.

È importante rendersi conto che scegliere una professione creativa è prima di tutto scegliere un lavoro che ti appassiona. Anche se alcune persone ti diranno che queste professioni non sono un vero lavoro, perché dall'esterno possono sembrare divertenti, non è così, e c'è tutta una serie di lavori in cui il lavoro è onnipresente nella nostra vita quotidiana. Che sia nella comunicazione grafica con il lavoro di grafico, modellatore DTP, o anche direttore creativo o artistico, nell'intrattenimento con i fumetti, l'industria dei videogiochi, il cinema, i film e gli spettacoli d'animazione, o nella moda con lavori come stilista o modellista, se hai una vena creativa, troverai sicuramente qualcosa che renderà le tue ore di lavoro divertenti, lontano dai lavori cosiddetti "tradizionali" che non ti soddisfano.

I lavori creativi sono sempre più legati alla tecnologia digitale

Strumenti ricorrenti, qualunque sia la professione scelta.

Con l'affermarsi delle innovazioni tecnologiche, la tecnologia digitale è diventata sempre più importante nei lavori creativi. Questi permettono un nuovo modo di lavorare e danno accesso a nuove forme d'arte. I software di impaginazione, di disegno o di progettazione, come Illustrator, Photoshop e Indesign, o di musica assistita da computer come Ableton, sono così diventati essenziali, ed è necessario padroneggiarli per lavorare in modo professionale con i propri interlocutori. Si trovano in particolare nei campi del design e della comunicazione, e ovviamente in quelli della creazione digitale. Tuttavia, spesso sono in contrasto con l'apprendimento delle basi di diverse forme d'arte, come la musica o il disegno per esempio, e molte persone si sentono impotenti di fronte alla complessità dell'uso di questi strumenti digitali, anche per i più esperti nel campo creativo. Ecco perché, sempre più spesso, appaiono periferiche che permettono di lavorare in modo digitale, con la sensazione di strumenti più tradizionali.

Questo è particolarmente il caso del disegno, con certe tavolette grafiche, come la ISKN Repaper, che permettono di lavorare direttamente su un foglio di carta, attaccato alla tavoletta da disegno, e la tua matita preferita, con un anello magnetico posto intorno ad essa, che ritrascrive i movimenti e l'inclinazione della penna quando viene usata. Questo elimina il problema della coordinazione mano-occhio tra la superficie di lavoro e lo schermo. Disegnare diventa molto naturale, e il lavoro fatto può essere utilizzato in qualsiasi software di grafica. Si nota anche, in generale, che i software di disegno e di musica cercano di fornire un'interfaccia sempre più intuitiva, in modo che tutti possano lavorare in modo professionale, pur conservando la giocosità che è tanto cara ai creativi di ogni tipo.

Repaper
La semplicità di carta e penna, la potenza di una tavoletta grafica
Scoprire

Lavorare nell'industria del design.

Il mondo del disegno è vasto, ma qualunque sia la professione scelta, richiede una grande potenza creativa. Per esempio, la professione di fumettista è la più rappresentativa di questo campo di competenza. Tuttavia, altre professioni come l'illustratore, che consiste nel tradurre graficamente idee o testi, creando gli elementi grafici dalla A alla Z per evidenziarli, sono rapidamente dimenticate. Altri lavori più specifici come il colorista o il designer di stampa possono anche permetterti di sviluppare le tue abilità nel mondo del disegno. Per esercitare queste professioni, un livello di baccalaureato nelle arti plastiche o applicate, studi artistici in una Scuola di Belle Arti, o altre scuole d'arte possono essere un vantaggio, ma non sono necessariamente necessari. L'importante è lavorare sul tuo stile grafico in modo da poterti distinguere e produrre illustrazioni che cattureranno l'attenzione dei tuoi potenziali clienti o futuri datori di lavoro.

Optare per la comunicazione.

La comunicazione visiva è senza dubbio il campo che offre più opportunità per le persone che vogliono lavorare in una professione creativa. Infatti, ogni azienda oggi vuole creare mezzi di comunicazione, come manifesti, loghi, campagne e progetti di comunicazione, ecc., e creare una forte identità visiva intorno al proprio marchio per distinguersi in una concorrenza sempre più agguerrita con la globalizzazione. Ci sono diverse professioni nel campo della comunicazione, in particolare nella creazione visiva e nel campo della grafica e del design. Coloro che sono più sensibili alla grafica possono diventare grafici e dedicarsi alla creazione di immagini. I letterati apprezzeranno le professioni di storyteller, per raccontare e immaginare una storia intorno a una marca, o di copywriter per creare contenuti intorno a un prodotto. Alla fine, tutte queste professioni possono portare al lavoro di direttore artistico. Che sia per un prodotto specifico o per una marca, il suo ruolo sarà quello di convalidare o meno le proposte dei suoi collaboratori, al fine di creare una vera identità, sia grafica che storica, per la marca. Se alcune aziende hanno il loro dipartimento di comunicazione dedicato, quando sceglierai questo percorso, avrai buone possibilità di essere assunto in un'agenzia pubblicitaria o di design grafico per rispondere ai vari e svariati ordini. Per fare questo, sarà necessario un corso di studi specifico come un BTS (certificato di tecnico superiore in Francia) in graphic design, studi di graphic design o un BTS in comunicazione, tra gli altri, per essere a proprio agio con i vari strumenti digitali, che sono essenziali per queste professioni, per poterle svolgere.

Professioni multimediali.

Se dovessimo scegliere l'ambito in cui le professioni creative sono definitivamente legate alla tecnologia digitale, sceglieremmo senza dubbio le professioni multimediali. Onnipresente nella vita quotidiana, il contenuto multimediale è utilizzato enormemente, sia per comunicare, informare o fornire intrattenimento. C'è una pletora di lavori in questa categoria. Dal web designer, che crea l'identità visiva e il contenuto grafico dei siti web, al multimedia designer, che accompagna la creazione di contenuti multimediali mescolando suoni, immagini e testi per formare un insieme coerente, al video editor, che assembla abilmente tutti i rushes dei media digitali (suoni e immagini) per creare film avvincenti, un gran numero di professioni, una diversa dall'altra, sono a tua disposizione. Potremmo anche menzionare il mondo dei videogiochi, dove ancora una volta, tutti i tipi di professioni creative si possono trovare in studi specializzati. C'è il grafico che disegna i personaggi dei tuoi videogiochi preferiti, l'animatore che mette in moto tutti gli schizzi dello storyboard, il narratore che crea la storia, o il direttore artistico e lo sviluppatore che rispettivamente si assicurano che tutti gli elementi forniti formino un insieme coerente e siano in grado di prendere vita. Ovviamente, gli studi specifici sono essenziali per padroneggiare gli strumenti necessari per svolgere i compiti di queste professioni creative.

Design per la vita quotidiana.

Creare e immaginare vestiti.

Spesso dimentichiamo che i vestiti che indossiamo sono necessariamente creati e immaginati da una o più menti. Così, la professione di stilista non è solo dedicata all'alta moda o agli indipendenti che desiderano vendere le loro creazioni. Puoi anche trovarlo in grandi aziende di prêt-à-porter, il che può portarti più opportunità di lavoro, e ti permette di evolvere nel campo molto creativo del tessile. Nonostante questo, ci sono ancora poche opportunità di lavoro, ed è essenziale seguire corsi di formazione dedicati per sperare di avere una possibilità di entrare in questo campo. Ci sono molti BTS nella moda, lauree professionali nel campo del design, o master in scuole superiori dedicate, per formarti a diventare un designer, modellista o anche direttore artistico nel campo della moda.

Ripensare l'architettura e gli edifici.

La creatività può essere vista ovunque nelle nostre città e villaggi. Che si tratti di edifici o di arredo urbano, il lavoro dell'architetto richiede un'importante parte creativa. Nel rispetto delle norme di sicurezza necessarie, deve immaginare e creare dalla A alla Z la forma di edifici e oggetti urbani che saranno visibili e utilizzati da tutti. Questo richiede la capacità di creare mobili che piacciano al maggior numero di persone, e allo stesso tempo di essere innovativi per distinguersi o, al contrario, di integrarsi in modo moderno con ciò che già esiste. Se la professione di architetto d'interni è disponibile dal baccalaureato +2, per diventare architetto edile, sarà necessario seguire studi più lunghi, di un minimo di baccalaureato +5, e anni aggiuntivi per chi desidera lavorare in libera professione.

Progettare oggetti quotidiani.

Quando si progetta un oggetto, bisogna essere in grado di farlo distinguere dalla concorrenza e di farlo risaltare su uno scaffale in modo che possa essere venduto più facilmente. Deve anche essere perfettamente ergonomico in modo che possa essere usato facilmente dal maggior numero di persone. Per ottenere queste prerogative, sono necessarie importanti competenze tecniche, ed è a questo punto che entra in gioco la professione di product designer. Il designer immaginerà il design grafico dell'oggetto in modo che soddisfi tutti gli elementi delle specifiche. Lui o lei può anche produrre il design grafico della confezione. I contenitori e gli imballaggi dei prodotti sono veri e propri strumenti di comunicazione per la promozione dei prodotti. Il product designer dovrà raddoppiare la sua creatività per riuscire ad attirare l'occhio del cliente, mantenendo il lato pratico per il trasporto e l'uso degli oggetti.

L'industria dello spettacolo: creatività pura.

Salire sul palco

È impossibile parlare di professioni creative senza menzionare le professioni degli artisti di spettacolo. Questi ultimi, come il cantante, il ballerino, l'attore... non richiedono necessariamente di entrare in scuole specifiche, anche se alcune di esse, come le scuole di teatro o i conservatori, possono portare un vero vantaggio per migliorare le proprie capacità. È un percorso difficile per guadagnarsi da vivere, e fare del palcoscenico la propria professione, pur essendo sotto i riflettori, è una lotta quotidiana e richiede il 100% di impegno per avere successo. Ma come vedremo di seguito, ci sono molte alternative al lavoro nell'industria dello spettacolo per migliorare le vostre possibilità di guadagnarvi da vivere.

Lavorare nell'ombra.

Se diventare un performer di fronte al palco è molto complicato, è possibile trovare un lavoro creativo legato all'intrattenimento che ti permetta di guadagnarti da vivere. Per i musicisti, ci sono lavori nella pubblicità, nella comunicazione o nel sound design, che permettono di creare musica per vari media. Il lavoro come musicista di studio può anche essere richiesto per mettere in musica le composizioni di altri che l'hanno già fatto nel business. Attori e ballerini o persone con una passione per il video e il cinema possono anche trovare lavoro in televisione o nella pubblicità. Infine, ci sono tutti i lavori ausiliari nell'industria dello spettacolo, come il manager del suono o delle luci, il manager della produzione, il manager del box office o il manager dell'amministrazione, che, anche se offrono incarichi più tecnici che creativi, ti permettono di lavorare nel campo creativo e avere quella sensazione di realizzazione quando uno spettacolo viene eseguito.

Molti campi, ma sempre lo stesso approccio.

Come abbiamo visto, ci sono molte professioni creative, tutte diverse l'una dall'altra, ma l'approccio rimane lo stesso per tutte: riuscire a vivere della propria passione, o almeno avvicinarsi il più possibile ad essa per far uscire la propria creatività ogni giorno di lavoro. Secondo la tua passione, trova i tipi di lavoro che corrispondono ad essa, e fai la tua scelta per rendere la tua vita professionale un momento di divertimento e piacere in ogni momento.

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi 10€ di buono regalo
Sconto valido a partire da 100€ di acquisto.