Come disegnare caricature?

L'arte della caricatura non si limita a un disegno grottesco su una spiaggia o davanti a un negozio caratteristico in una località turistica. Anche se c'è ancora un gran numero di artisti di strada che praticano questo stile di disegno, si può anche trovare nelle vignette della stampa, il cui spirito satirico di queste caricature politiche e sociali, richiede una vera tecnica per far passare il suo messaggio. Come disegnare una vignetta efficace? Comprendi la storia di questo tipo di immagine satirica, con uno stile grafico così particolare, e scopri le tecniche di base per fare un disegno divertente con un messaggio forte, o uno più morbido, provocando semplicemente una risata.

Quali tecniche per disegnare una caricatura?

Pratica su forme semplici.

In primo luogo, prima di imbarcarvi completamente nella caricatura, disegnate semplici forme geometriche basate su triangoli, quadrati o cerchi. Poi, cercate di integrare gli elementi facciali direttamente in queste forme precedentemente disegnate, al fine di ottenere personaggi con pochi dettagli, ma con forti tratti esagerati. Fate molti piccoli schizzi come questo per esercitarvi ed essere in grado di fare piccole caricature semplicistiche.

Iniziare il disegno di osservazione.

Sei a tuo agio con le piccole caricature. Ora è il momento di affrontare le vere caricature del viso. L'obiettivo qui è quello di essere in grado di riconoscere il volto di una persona, pur esagerando i suoi tratti più evidenti. Per fare una bella caricatura, è necessario concentrarsi sugli elementi del viso da accentuare, ma anche sul comportamento e l'intenzione della persona. L'obiettivo qui non è quello di distorcere ogni parte della testa, ma le espressioni e le caratteristiche fisiche più visibili e rappresentative della persona. Questo vi darà una caricatura, somigliante al soggetto iniziale, divertente, e la cui ritrascrizione delle espressioni forti eviterà un disegno neutro e noioso

Distorci, esagera, ma mantieni l'equilibrio.

Ecco, hai identificato gli elementi giusti su cui lavorare, è il momento di disegnare. Fai i tuoi primi schizzi, e trova la giusta quantità di distorsione ed esagerazione da applicare al tuo disegno. Il disegno deve comunque rimanere coerente. Un viso è spesso diviso in tre parti: la fronte e i capelli da una parte, gli occhi, il naso e le orecchie dall'altra, e infine la mascella e il mento. Se decidi di distorcere uno o più di questi elementi, tieni presente che devi essere in grado di integrare ogni elemento del viso nel suo rispettivo spazio, adattando le loro dimensioni di conseguenza. Altrimenti, la distribuzione non sarà più coerente, e avrete un disegno troppo traballante, che non si concentra più sull'essenziale e perde la somiglianza desiderata con il modello.

Fate molti schizzi con tutti gli angoli.

Quando disegnate la caricatura di una persona reale, non esitate a fare diversi schizzi, con distorsioni più o meno accentuate, e diverse angolazioni di disegno (3/4, fronte o profilo). Questo vi permetterà di familiarizzare con le diverse posizioni del viso, ma anche di acquisire automatismi che vi saranno utili quando disegnerete diverse persone in modo rapido.

Una breve storia dell'arte della caricatura.

Cos'è una caricatura?

Se dovessimo definire la caricatura in poche parole, potremmo dire che è un disegno, spesso un ritratto, fatto con tratti di matita grotteschi, al fine di esagerare i tratti di un volto o di un personaggio. Le caricature sono utilizzate in molte applicazioni, come i disegni satirici, le vignette, i disegni umoristici o le caricature politiche, per deridere e sbeffeggiare certi personaggi, spesso famosi, grazie a illustrazioni disegnate con una distorsione e un'esagerazione delle loro caratteristiche fisiche. Questo ha l'effetto di rendere i modelli direttamente riconoscibili agli osservatori. La caricatura è spesso cattiva, irriverente, e viene regolarmente adottata per denunciare, ma può anche essere usata in modo più leggero, con il solo scopo di intrattenere i turisti.

La caricatura nella storia.

Nel corso del tempo, i caricaturisti sono diventati famosi per la satira della società attraverso disegni politici e satirici, macchiati di ironia, e andando contro la censura. L'uso della caricatura illustra in particolare lo stato della società, in ogni periodo della storia. Ha acquisito il suo prestigio in parallelo con lo sviluppo della libertà di espressione e della libertà di stampa. È così che la caricatura diventa popolare durante il XIX secolo, con artisti come il caricaturista francese Honoré Daumier, o Charles Philipon, che ha spesso usato il suo talento di illustratore per creare una visione caricaturale della monarchia in un momento in cui la Repubblica era favorita da un gran numero di sostenitori (quest'ultimo è meglio conosciuto per la sua rappresentazione di Luigi XVIII come una pera). La caricatura è, in questo periodo, utilizzata per sostenere le cause popolari, grazie a vignettisti impegnati, in piedi contro il potere in atto. Ma questa visione della caricatura cambia con il tempo, e se fosse ancora utilizzata per questo scopo, alla fine troverà i suoi partigiani dalla parte delle autorità, per svalutare i "nemici del potere". È così che la caricatura è stata utilizzata durante le diverse guerre e i periodi di disordini, sui manifesti di propaganda, per screditare certi avversari, in particolare durante l'affare Dreyfus, dove quest'ultimo è stato rappresentato in modo esagerato e razzista, o durante le due guerre mondiali, per accentuare i caratteri e portare bruttezza ai nemici dichiarati del paese. La caricatura è stata quindi principalmente un mezzo di lotta, oltre che di propaganda, ma col tempo, se ha mantenuto un lato irriverente, ed è ancora usata per parlare di argomenti seri, è sempre più popolare per argomenti più leggeri e per l'intrattenimento.

Media e caricatura.

Se c'è un campo in cui la caricatura è regina, è il disegno sulla stampa. Alcuni giornali satirici, come Charlie Hebdo, ex Hara-Kiri, o Le Canard Enchaîné, si sono specializzati nella rappresentazione caricaturale, con un tratto di matita tinto di irriverenza, fatta per deridere i fatti della società, della politica o della religione. La caricatura è tuttavia spesso utilizzata dai giornali più tradizionali per trasmettere idee, sotto la copertura dell'umorismo, su qualsiasi argomento. Tuttavia, il rapporto tra la vignetta giornalistica e il pubblico è sempre stato conflittuale. Questo è stato il caso delle autorità in carica, che hanno regolarmente censurato alcuni giornali in seguito alla pubblicazione di una vignetta politica non molto favorevole, o con alcuni gruppi della società, come durante l'attacco al giornale satirico Charlie Hebdo, in seguito alla pubblicazione di vignette di Maometto, dove l'intera redazione del settimanale francese è stata attaccata da un gruppo estremista. I vignettisti vengono spesso attaccati o mandati in tribunale, ma il potere di questo tipo di disegno presso il pubblico lo rende molto popolare, e spiega il numero crescente di giornali che desiderano utilizzarlo. Per questo il caricaturista della stampa deve essere in grado di lavorare velocemente, ed essere attrezzato per prendere l'ispirazione ovunque si trovi. Se in passato l'uso di un album da disegno era ovvio per ogni caricaturista, con l'avvento dei media online e delle notizie non-stop, è importante per il caricaturista essere in grado di disegnare in qualsiasi momento, ovunque, e di lavorare sui suoi schizzi su un computer. L'uso di una tavoletta portatile, che permette di disegnare ovunque senza accesso a un computer, come l'ISKN Repaper, è diventato essenziale per i professionisti. Essi possono disegnare le notizie su carta, come si farebbe su un quaderno di schizzi tradizionale, e registrare i tratti e i movimenti della loro matita preferita direttamente nella memoria della tavoletta, grazie all'anello magnetico applicato alla penna, per poter ritoccare il loro schizzo su un software grafico una volta in ufficio. La caricatura a stampa si evolve così con i tempi, e ha ancora un grande futuro davanti a sé.

Repaper
La semplicità di carta e penna, la potenza di una tavoletta grafica
Scoprire

Caricature di strada.

Quando si parla di caricatura, si pensa immediatamente agli artisti di strada nei luoghi turistici, che fanno disegni umoristici di persone di passaggio, in modo caricaturale, e la cui somiglianza con i modelli è innegabile. Il ritrattista di strada fa il suo disegno dal vivo, ed è un vero e proprio divertimento per i turisti e gli astanti, l'obiettivo per lui/lei è quello di far ridere i suoi clienti, con una caricatura rozza che si prende gioco delicatamente dei loro tratti più caratteristici. Ancora una volta, può essere interessante armarsi di un'attrezzatura versatile in questa situazione. Usare una tavoletta come la ISKN Repaper può permettere al caricaturista di strada di disegnare una versione cartacea, che può dare al suo cliente una volta finito il disegno, salvando il disegno nella tavoletta grafica, e conservando così gli schizzi del giorno per rielaborarli a casa, su un software di grafica. Inviando il disegno per e-mail ai modelli del giorno, o anche facendo un libro artistico, molte possibilità sono offerte al disegnatore, e rendono il disegno su strada più moderno e al passo con i tempi. Inoltre, disegnare su carta permette di lavorare in modo più naturale, ed evita l'apprendimento della coordinazione occhio-mano tra la superficie di una tavoletta grafica e lo schermo del computer.

Per concludere.

Come abbiamo visto, se disegnare una caricatura permette una certa libertà nelle proporzioni di un viso, padroneggiarla richiede pratica e molti schizzi. Trasmettere le emozioni di un volto è anche essenziale in una caricatura di successo. Non bisogna dimenticare che nella storia, questo stile di disegno, prima di essere un divertimento per i turisti, è soprattutto un mezzo di protesta, di opposizione e un modo per far passare un messaggio sotto la maschera dell'umorismo. Le espressioni dei personaggi disegnati, così come la scelta degli elementi fisici da esagerare, sono quindi molto importanti per riuscire a trasmettere le proprie intenzioni.

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi 10€ di buono regalo
Sconto valido a partire da 100€ di acquisto.