Come creare un manga?

Il manga è diventato popolare in tutto il mondo grazie a opere mitiche come Dragon Ball, One-Piece o Naruto, e molti principianti vogliono imparare a disegnare per creare il proprio fumetto giapponese. I fumetti giapponesi utilizzano codici specifici e rimangono uno stile in cui il modo di disegnare è piuttosto tradizionale. Ma al giorno d'oggi, i computer possono davvero rendere il compito di disegnare più facile, e scegliendo gli strumenti giusti, è possibile realizzare rapidamente manga di qualità, approfittando della potenza della tecnologia digitale. Qui, ti guideremo attraverso le diverse periferiche e software da scegliere, così come la tecnica per fare un buon manga.

Manga: la tecnologia al servizio di un formato tradizionale

Tavolette grafiche, davvero adattabili per disegnare manga

Il fumetto giapponese è un formato che è stato usato per raccontare storie per diverse centinaia di anni. Ha quindi acquisito codici molto tradizionali, e molti mangaka disegnano ancora i manga con tecniche tradizionali, spesso armati di una semplice matita e di un pennarello specializzato per l'inchiostrazione. Tuttavia, con la popolarità mondiale dei manga giapponesi, il ritmo di produzione si è accelerato ed è diventato più facile per l'artista utilizzare strumenti informatici. Molti principianti che stanno imparando a disegnare sono anche molto ispirati dai manga per la loro formazione, e a volte vogliono tenere un registro dei loro primi disegni o condividerli sui social network. Per fare questo, la tavoletta grafica può diventare un grande alleato per disegnare più velocemente, e per mantenere le loro creazioni in formato computer in modo che possano essere condivise con il maggior numero di persone possibile. Tuttavia, che tu sia un artista giapponese esperto o un principiante, usare uno stilo o dover praticare una coordinazione occhio-mano innaturale (i tuoi occhi non seguono più i movimenti della tua mano come farebbero quando disegni tradizionalmente, ma piuttosto lo schermo di un computer) è un vero ostacolo all'uso di questi strumenti.

Ecco perché scegliere la tavoletta giusta è essenziale per evitare di sentirsi sopraffatti da tutte le nuove tecniche di disegno da imparare. Con una tavoletta da disegno come la ISKN Repaper, si può, per esempio, appoggiare un foglio di carta direttamente sulla superficie di lavoro della tavoletta, e grazie a un anello magnetico, da mettere intorno alla tua matita o penna preferita, e a dei magnetometri situati nella tavoletta, questa rileverà i movimenti e l'inclinazione del tuo materiale da disegno, e ti permetterà di disegnare sulla carta, come avresti fatto su un tavolo da disegno tradizionale. Puoi usare i vantaggi della tecnologia digitale, con scorciatoie e tutte le opzioni del software di grafica che stai usando, pur mantenendo il comfort e il lato tradizionale della matita, che è più che raccomandato per questa forma d'arte che usa tratti semplici che devono essere precisi e veloci da disegnare.

Il software di grafica è diventato quasi indispensabile

Se hai deciso di passare al digitale, usare il giusto software di disegno è della massima importanza per fare un buon manga. Il software di grafica ti permette di produrre le tue tavole più rapidamente, in particolare grazie ai livelli che ti permettono di disegnare il tuo storyboard su uno, il tuo disegno su un secondo e la tua inchiostrazione sul terzo. L'uso corretto dei livelli, lasciando alcuni o altri trasparenti, ti farà risparmiare molto tempo per le diverse fasi della tua creazione. È anche possibile, con un software specializzato in fumetti come Clip Studio Paint o Krita, avere caselle predefinite, bolle e formati di pannelli, il che accelererà notevolmente il tuo lavoro di impaginazione. Infine, i mangaka usano spesso strumenti tradizionali per creare gli effetti di scala di grigi dei loro manga. Questi strumenti specifici, chiamati retini, danno tutto il fascino del manga, e sono spesso pretagliati in formato carta, regolati con un cutter e applicati al disegno per creare gradazioni, sensazioni di colore grazie alle scale di grigio (più l'effetto scala di grigio tende al bianco, più chiaro sarà il colore che si vuole rappresentare, e viceversa), o anche per apporre decorazioni di sfondo pronte all'uso. Questi retini, così importanti nel mondo dei manga, esistono ormai in formato digitale, e grazie a software di grafica e siti specializzati, è possibile ottenerne diverse centinaia, uno più originale dell'altro, che ti sarebbero costati una fortuna se avessi voluto ottenerli tutti in formato cartaceo. Il software è quindi diventato un grande alleato, a condizione di scegliere quello giusto per il proprio uso.

Le tappe della creazione di un manga

Le differenze con i fumetti

Anche se il manga è né più né meno che un fumetto giapponese, ci sono molte differenze con i fumetti occidentali, sia nella costruzione che nel modo di disegnare. Prima di tutto, il modo in cui è scritto un manga è totalmente diverso da quello di un fumetto. Mentre i fumetti offrono al lettore una storia indipendente con un inizio, una metà e una fine, il manga giapponese è pubblicato in diversi volumi, ognuno con diversi capitoli. La storia può allora continuare all'infinito, come si può vedere in certe serie di cartoni animati o nei fumetti americani. La seconda grande differenza è la direzione di lettura, che è da destra a sinistra. Può essere sorprendente per i non iniziati vedere che la fine del tomo si trova sulla pagina sinistra della copertina. Lo stesso vale per la lettura delle bolle di discorso e dei riquadri all'interno del volume, che avviene in senso opposto al fumetto franco-belga. Infine, le tecniche di disegno sono completamente diverse. Mentre in un fumetto, in particolare nella graphic novel realista, i dettagli e la colorazione sono all'ordine del giorno, il mangaka produrrà ambientazioni raramente dettagliate e disegni con linee semplici, e la pubblicazione sarà quasi interamente in bianco e nero. Questo stile particolare è stato definito come uno standard, in particolare perché, per molti manga, risponde a una domanda di produzione intensiva, con capitoli di manga che appaiono a un ritmo frenetico in riviste biennali, pubblicate in milioni di copie. L'illustratore di manga è sempre più spesso accompagnato da un assistente che crea gli sfondi per le sue tavole.

Creare lo script

Per disegnare un manga, devi prima occuparti dello scenario e della trama prima di iniziare i tuoi primi schizzi. Come abbiamo visto prima, a differenza di un fumetto classico, la storia di un volume manga non ha specificamente un inizio o una fine. Quest'ultimo è solo un contenuto aggiuntivo per arricchire un arco narrativo, generalmente composto da diversi volumi, e per far progredire la storia. Devi quindi pensare alla scrittura del tuo manga come faresti per una serie. Se hai bisogno di conoscere le linee principali per sapere dove stai andando, è abbastanza possibile lasciare spazio all'improvvisazione, poiché questo formato non ti limita a un numero limitato di pagine. Dovrai solo mantenere una coerenza tra ogni volume e scriverli con una continuità che permetta al lettore di non essere lasciato a metà di un dialogo quando arriva alla fine di un volume.

Definisci la paginazione

Come imparare a disegnare manga facilmente comporta anche l'organizzazione della paginazione in anticipo. Per creare un manga che sia piacevole da leggere per il lettore, bisogna pensare attentamente a come posizionare i riquadri e le illustrazioni nelle pagine giuste del libro. Diciamo che volete includere un cliffhanger seguito da un disegno che sarà un'incredibile sorpresa per il lettore. È allora interessante che il lettore giri la pagina per scoprire il disegno in questione. Se non si presta attenzione a questo dettaglio di posizionamento, e il disegno è sulla pagina di sinistra ( ricorda che il manga si legge da destra a sinistra), quando il lettore legge la pagina di destra, la sua visione periferica vedrà già il disegno che dovrebbe dare un effetto sorpresa, e la sorpresa non avrà luogo. Allo stesso modo, è comune nei manga disegnare grandi illustrazioni che si estendono su due pagine. Sarebbe un peccato se, a causa di una cattiva impaginazione, si dovesse tagliare il disegno a metà se fosse stampato su entrambi i lati della stessa pagina. Per evitare questi problemi, è una buona idea mettere gli elementi della tua sceneggiatura direttamente sulle pagine, in modo che i disegni da fare in seguito siano al posto giusto in termini di impaginazione. A volte può essere complicato coordinare tutto completamente, ed è per questo che in un gran numero di fumetti giapponesi, si possono vedere pagine di transizione all'inizio o alla fine di un capitolo, spesso bianche o a volte con una piccola illustrazione grafica in fondo alla pagina.

Creare le tue pagine

Una volta che il tuo script è stato impaginato, puoi creare i pannelli e le vignette che ospiteranno i tuoi disegni. Se il formato dei fumetti standard è abbastanza standardizzato con tre o quattro linee composte da caselle rettangolari o quadrate, il manga offre molta più libertà con caselle di diversi formati, rettangolari, ma anche oblique, e anche se si applica la regola di un massimo di quattro linee verticali, questo numero può essere felicemente superato, soprattutto per finire un volume senza aggiungere troppe pagine. Se nel manga si usano per lo più vignette rettangolari, soprattutto per semplici scene di dialogo, i riquadri obliqui sono regolarmente utilizzati per dare un'impressione di dinamismo, soprattutto durante i combattimenti o i momenti di forte emozione. Non devi esitare a moltiplicare le miniature, a sezionare un'azione come se stessi prendendo ogni fotogramma di un video. Piccole vignette oblique saranno sinonimo di azioni rapide e una tantum, mentre grandi scatole rettangolari suggeriscono un momento che si estende nel tempo, o per mostrare un paesaggio. È anche comune vedere un riquadro che si estende su una o due pagine per sottolineare l'importanza di una scena particolare. La divisione delle vostre scatole deve essere fatta tenendo conto di tutta la tavola. È possibile mescolare pannelli piccoli e grandi in un ordine che può sembrare anarchico ai non addetti ai lavori, ma in realtà fa emergere emozioni e un dinamismo che non si può ottenere nei fumetti tradizionali, che si basano più sul fermo immagine. Infine, assicuratevi sempre che un pannello non sia identico a un altro. In questo modo, il lettore non avrà la sensazione di leggere di nuovo la stessa pagina.

Fai uno storyboard

Poi arriva il momento dello storyboard. È qui che il tuo script prende vita. Questo è il momento in cui gli artisti possono iniziare a tirare fuori le loro matite e disegnare i personaggi. Questo è anche un buon momento per loro per diventare creativi e perfezionare la loro sceneggiatura aggiungendo qualche disegno o dialogo extra. È importante capire che lo storyboard è la base per il disegno finale, ed è uno schizzo di come sarà il tuo manga. Quando si disegna un personaggio in uno storyboard, anche se si rispettano le proporzioni dell'anatomia del personaggio, le espressioni facciali devono essere mantenute semplici e non bisogna soffermarsi su dettagli come lo sfondo o gli accessori. Questo storyboard può essere inserito nelle tavole predefinite per vedere se la tua impaginazione è effettivamente corretta prima di disegnare e inchiostrare il tuo lavoro.

Disegnare e inchiostrare il tuo disegno

Tutto è pronto, tutto quello che manca è che tu faccia dei disegni per finalizzare il tuo lavoro. Lo stile grafico del disegno manga è abbastanza particolare, e con le sue linee semplici, sembra accessibile anche al principiante che sta imparando a disegnare. È effettivamente vero che saper disegnare manga non implica studiare belle arti o prendere lezioni regolari di disegno, soprattutto perché alcuni autori sono accompagnati da artisti esperti, ma imparare le basi del disegno è un vantaggio considerevole, se non altro per capire le prospettive e per disegnare illustrazioni facilmente con una resa piacevole, e quindi per utilizzare le proprie energie per sviluppare il proprio stile. Una volta che sei a tuo agio con questo, armati della tua attrezzatura da disegno, o della tua tavoletta grafica e del software, con il pennello giusto, e comincia a lavorare sul tuo storyboard per materializzare i tuoi disegni in modo più dettagliato. Il vantaggio della tavoletta grafica è che puoi usare un livello per prendere il tuo storyboard e disegnare sopra i tuoi schizzi. Questo ti farà risparmiare un sacco di tempo, soprattutto se hai una tavoletta grafica come la ISKN Repaper, che ti permette di mantenere la sensazione di disegnare su carta. Infine, cambia il tuo pennello con un pennarello digitale adatto e inchiostra il tuo disegno per ottenere linee pulite e precise. Non colora il tuo disegno, il tuo lavoro è finito. La norma in questo stile di disegno è che viene pubblicato in bianco e nero.

Fare manga è diventato accessibile a tutti

Il manga, anche se tradizionale, può quindi essere fatto da chiunque, a condizione che si acquisiscano le competenze di base del disegno e che il disegnatore abbia un certo rigore nell'organizzare il processo di disegno. La tavoletta e il software di grafica possono ora essere un aiuto prezioso per produrre più rapidamente i disegni e distribuirli al maggior numero di persone possibile. Non resta che fare pratica, e forse essere pubblicato da Kana o Delcourt nel futuro.