Come disegnare un paesaggio?

Disegnare un paesaggio non è facile. Spesso confuso con la natura morta, non lo è, e, proprio come con la fotografia, ottenere un angolo di vista interessante, così come un'impressione di realismo e vita nel tuo disegno, richiede tecnica e rigore nel modo in cui disegni il tuo lavoro. Vi daremo alcuni consigli su come scegliere il materiale giusto e scopriremo le tecniche più importanti per realizzare i vostri primi paesaggi.

Quali tecniche si dovrebbero usare per disegnare un paesaggio?

Definisci la tua struttura.

Definire un quadro per i vostri disegni paesaggistici richiede un buon senso di osservazione. Sul tuo sketchbook, fai una griglia di nove parti uguali (con tre linee orizzontali e tre verticali), e fai un disegno veloce, in forme geometriche semplici, dei diversi elementi che vuoi far apparire sul tuo schizzo. Assicurati di non tagliare un elemento nelle sue intersezioni al bordo della pagina, e posiziona il tuo punto di interesse su una delle intersezioni centrali delle linee della tua griglia. Seguire questa tecnica di disegno vi permetterà in seguito di fare un bel disegno osservazionale, dove il vostro soggetto entrerà nella linea di visione dello spettatore in modo dinamico.

Rispettare la prospettiva.

Per fare un disegno di paesaggio realistico, disegnare in prospettiva è un imperativo per ottenere il miglior risultato. Per disegnare meglio e per disegnare facilmente le giuste proporzioni sui vostri schizzi, il modo più semplice è quello di determinare dove si trova la linea dell'orizzonte sul vostro disegno. Potete mettere un punto di fuga, verso il quale l'occhio si volgerà, e disegnando linee di fuga verso di esso, con una matita, o su una nuova carta da lucido, in modo che queste possano essere cancellate in seguito, vi sarà facile rispettare tutte le proporzioni di ogni oggetto. Il disegno prospettico vi permetterà di avere un paesaggio senza incongruenze.

Strutturate i vostri piani e date vita al vostro progetto.

Una volta che il tuo schizzo è fatto e ben proporzionato, per disegnare correttamente il tuo paesaggio, sarà essenziale separare il tuo disegno in diversi piani, dal primo piano visibile all'osservatore, i cui contorni e dettagli saranno molto marcati, all'ultimo piano i cui elementi appariranno più sfocati e meno precisi. Se vuoi evidenziare una sezione più lontana del disegno, allora rendi quella sezione il più dettagliata possibile, e più ti allontani da essa, più il resto del disegno perderà dettagli, un po' come la messa a fuoco in una fotografia. Non dimenticate di rendere il vostro disegno più commovente, marcando le ombre e le sfumature e texture di ogni elemento. Dopo tutto, un paesaggio non è una natura morta. È soprattutto un modello vivente, e disegnare un albero, un fiume, o disegnare un fiore in mezzo alla natura, deve essere fatto in modo che l'osservatore del tuo lavoro possa sentire il vento o la corrente dell'acqua, e che il tuo disegno artistico non sia "piatto" e senza interesse.

Ogni paesaggio ha le sue particolarità

Come disegnare un paesaggio di montagna?

Il disegno di montagna è sicuramente un buon modo per iniziare con i paesaggi. Con il suo rilievo massiccio, è abbastanza semplice delimitare i contorni di ogni elemento, e praticare la corretta inquadratura del vostro disegno. Poi, seguendo i consigli precedenti, devi solo fare il tuo schizzo. Ma attenzione, le montagne offrono molte luci e ombre, con le zone più o meno crepacciate della roccia. È quindi estremamente importante non perdere questi elementi e giocare con la luminosità per un risultato realistico.

Come disegnare un paesaggio urbano?

I paesaggi non sono solo natura, e la città è un ottimo modo per progredire nella tua arte. È importante ricordare che una città può essere creata in mille modi diversi, poiché gli effetti di luce variano molto tra il giorno e la notte, con un'illuminazione artificiale ovunque. Di conseguenza, le ombre possono essere più complesse, poiché le fonti di luce possono provenire da più punti, e sarà importante non trascurare questo aspetto. Allo stesso modo, una città può essere riconoscibile a prima vista. Fare i contorni generali degli edifici, o concentrarsi su un edificio famoso, può essere un'opzione in modo che le persone che guardano il tuo lavoro possano proiettarsi direttamente nel luogo che vuoi riprodurre. Sii creativo e moltiplica i punti di vista, e scoprirai che i paesaggi urbani hanno molto da offrire anche al designer più insaziabile.

Come disegnare un paesaggio marino?

Molti pittori possono essere visti sulle dighe del mare, ma il disegno sulla spiaggia non è il più facile. Il mare non offre molto rilievo, ed è difficile realizzare un'opera che non appaia piatta e poco convincente. È molto importante in questo tipo di disegno delineare chiaramente le giunzioni tra la spiaggia, il mare e l'orizzonte. Evidenziare elementi massicci come barche, dighe o rocce può facilmente dare un po' di sollievo al tuo disegno. Ma la cosa più importante è catturare il movimento dell'acqua. Per fare questo, dovete incorniciare il vostro disegno e mettere un'onda riconoscibile al centro. Poi fai un gruppo di onde su tutta la superficie del mare, delineandole, e gioca con le ombre e la luce per dare un'impressione di movimento. Non dimenticate di sfocare la superficie dell'acqua per ottenere una texture più realistica, senza contorni visibili, e poi usate l'ombreggiatura per completare il vostro disegno. Il modo migliore per i principianti è quello di esercitarsi a disegnare l'acqua con una fotografia dove le onde rimangono fisse, o tramite un software di grafica, grazie a una tavoletta grafica, mettendo la foto su un livello e cercando di riprodurre il movimento delle onde disegnandoci sopra su un secondo livello.

Che materiale devo usare per disegnare il mio paesaggio?

Strumenti tradizionali

Per i principianti, le basi del disegno sono spesso scoperte con una matita di grafite e una gomma standard. Per disegnare un paesaggio, un set di matite, un quaderno di schizzi e una gomma da cancellare saranno un ottimo inizio per esplorare diverse tecniche di disegno. Se ti senti a tuo agio, puoi anche passare a imparare a disegnare con il carboncino, il pastello o perché non iniziare a dipingere con l'acquerello o la pittura a olio, per scoprire un nuovo modo di disegnare, essendo il disegno e la pittura fortemente legati.

La tavoletta grafica essenziale

Anche se il disegno è istintivamente legato al disegno con la matita, le tavolette grafiche sono sempre più utilizzate dai creativi di tutti i tipi. Tuttavia, imparare a disegnare facilmente con una tavoletta grafica può rivelarsi rapidamente un compito scoraggiante sia per i principianti che per gli artisti esperti che desiderano intraprendere questa nuova pratica di disegno. Infatti, tra tavolette grafiche con schermi, costose e poco portabili, e tavolette grafiche senza schermi che non sono molto intuitive a prima vista, a causa della complicata coordinazione occhio-mano tra lo schermo del computer e la superficie di disegno del dispositivo, saper disegnare paesaggi, spesso all'aperto, può rivelarsi rapidamente complicato per chiunque usi questi strumenti digitali. Tuttavia, esiste un tipo di tavoletta grafica ibrida, come la ISKN Repaper, che permette all'utente di disegnare direttamente su un foglio di carta, apposto sulla superficie della tavoletta grafica, con una matita tradizionale, dotata di un anello magnetico che riproduce fedelmente tutti i tratti fatti sul vostro software grafico preferito. Questo significa che non è più necessario imparare il disegno digitale con tutte le specificità legate alla coordinazione occhio-mano menzionate sopra. Potete approfittare, con una tecnica tradizionale, di tutti gli strumenti forniti da software di grafica come Photoshop o Illustrator, dall'uso di un livello ai diversi tipi di pennelli offerti dall'applicazione. Questo significa che non devi comprare tutti i materiali da disegno di cui hai bisogno per perfezionare il tuo lavoro. Un grande vantaggio è che, con la sua batteria e la memoria interna, il tablet ibrido può essere utilizzato in modo indipendente, sia all'interno che all'esterno. Trasferisci semplicemente i tuoi schizzi direttamente sul tuo computer quando torni a casa, e perché non colorarli o fare qualche aggiustamento con il tuo software di disegno, usando la tua penna digitale, passando la tavoletta alla modalità senza schermo. La tavoletta grafica ibrida non è quindi più limitata alle illustrazioni digitali, e permette una completa versatilità.

Repaper
La semplicità di carta e penna, la potenza di una tavoletta grafica
Scoprire

Conclusione

Che sia per la città, la montagna, il mare o qualsiasi altro luogo, disegnare un paesaggio richiede un grande senso di osservazione, e un grande rigore negli effetti delle ombre e delle texture. Che sia con una matita o con una tavoletta grafica, bisogna ritrascrivere il meglio dell'ambiente scegliendo l'inquadratura migliore, e rispettando il più possibile le prospettive e i movimenti di ciò che si ha davanti agli occhi.

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi 10€ di buono regalo
Sconto valido a partire da 100€ di acquisto.