Come disegnare in 3D?

Da quando la prospettiva è stata padroneggiata, il 3D è ovunque. È stato usato nell'arte da quando i più grandi pittori l'hanno abbracciato, e oggi, i computer ci offrono molte possibilità per disegnare più facilmente in tre dimensioni, e rendono questa tecnica accessibile in molti casi, grazie a software dedicati e una tavoletta grafica.

Il 3D è tutta una questione di prospettiva.

Cos'è il disegno prospettico?

La prospettiva è una tecnica di disegno che crea profondità e dà all'osservatore l'impressione di una rappresentazione tridimensionale, mentre uno schizzo è in realtà fatto su una superficie piatta. Grazie a diverse tecniche, il disegnatore può rappresentare un oggetto, un corpo umano, o semplicemente un paesaggio, in modo molto realistico, semplicemente utilizzando linee orizzontali e verticali, segmenti paralleli o convergenti verso punti di fuga, al fine di ingannare l'osservatore, e creare l'impressione di profondità desiderata. Praticare la prospettiva è quindi un must per i principianti, quando imparano il disegno e i suoi principi di base.

I diversi tipi di prospettiva.

Disegnare linee orizzontali e verticali non è sufficiente per creare una prospettiva. Ci sono molte prospettive, e a seconda del tipo di tecnica che si usa, ognuna sembrerà completamente diversa dall'altra. Questo è il motivo per cui il principiante deve assolutamente conoscere le prospettive, al fine di sapere come disegnare e fare disegni 3D belli e suggestivi.

  • Prospettiva metrica. Questo è ben conosciuto dagli studenti che si annoiano durante le lezioni e disegnano cubi e rettangoli in 3D sul lato dei loro quaderni. Questo tipo di disegno prospettico, si basa sulla disposizione di segmenti, paralleli tra loro, da 3 assi (uno che rappresenta la larghezza, un altro l'altezza, e l'ultimo la profondità del cubo). Le linee rette si uniscono poi per formare cubi o altre forme geometriche. Con questa tecnica, è possibile disegnare facilmente dei volumi, gli angoli conformi a quelli dell'oggetto di base, e le linee che assicurano il parallelismo di quest'ultimo. Le cosiddette prospettive cavaliera, isometrica e assonometrica fanno tutte parte di questo gruppo, e sono usate in particolare in architettura per rappresentare accuratamente gli angoli e le proporzioni degli edifici.

  • Prospettiva conica. Più artistico, il gruppo di prospettiva conica mira a riprodurre ciò che l'occhio umano vede realmente. I segmenti perdono il loro parallelismo in favore di una linea d'orizzonte e di punti di fuga. Questo ci permette di distinguere un primo piano, poi dei livelli più lontani. Gli oggetti e i corpi in volume possono così essere rappresentati in modo da vedere chiaramente la profondità di campo. Per fare questo, le linee rette, parallele nella realtà, non saranno parallele sul disegno, e convergeranno invece verso il punto di fuga, unico nella rappresentazione frontale di un oggetto, doppio nella sua rappresentazione obliqua, e triplo in una rappresentazione aerea. Questi punti sono collocati su una linea d'orizzonte. Procedendo in questo modo, l'effetto 3D è molto più realistico per l'occhio umano, e la prospettiva conica è utilizzata sia nel realismo che nel trompe l'oeil.

Disegno in tre dimensioni, una tecnica essenziale.

Il 3D è essenziale per rappresentare volumi realistici.

Se il 3D è già presente nelle opere d'arte, a partire dal Rinascimento e dalla pittura prospettica, prende sempre più importanza anche nella vita quotidiana nel disegno grafico, nell'architettura e nell'industria, tra gli altri. Permette di fare uno schizzo rispettando perfettamente i volumi, realizzare un disegno fedele alla realtà, e facile da capire per tutti, anche per un novizio del settore. È così che il disegno tridimensionale è diventato uno standard, per aiutare la comprensione e rendere più concrete le idee e le creazioni.

Disegno 3D e trompe-l'oeil.

La prospettiva che dà un effetto 3D a un disegno può essere perfettamente utilizzata e rafforzata, fino al punto di distorcere completamente le linee, in modo che, da una certa angolazione, il disegno prende vita e sembra emergere interamente dalla carta, o ha un'impressionante impressione di profondità. Un semplice esempio potrebbero essere i grandi loghi di marca sui campi da rugby, che, nella maggior parte delle inquadrature laterali, sembrano completamente dritti, ma sono in realtà completamente distorti una volta che la telecamera è posta di fronte ai pali o sopra il campo. Queste tecniche di trompe l'oeil possono essere usate in molti modi, sia per far apparire una stanza più grande in un'inquadratura, per far risaltare un disegno a seconda dell'angolo di vista degli spettatori, o per permettere la creazione di illusioni stravaganti e artistiche.

Disegnare in 3D usando un software specifico.

Software di disegno, un aiuto prezioso per il disegno 3D.

Il 3D è ormai ovunque nella nostra vita quotidiana, è per questo che i designer, gli architetti, o i professionisti che hanno bisogno di modellare i loro progetti, al fine di consentire una migliore visualizzazione per i loro clienti, utilizzano oggi tutta una serie di software gratuiti e a pagamento, sotto Windows e Mac OS, al fine di fare disegni rappresentativi del loro lavoro. Dai software di architettura, come Google Sketchup, che permette di creare e disegnare una casa, a Solidworks, un software di modellazione 3D (chiamato anche software CAD), senza dimenticare la suite Adobe, con Photoshop o Illustrator, più facile da gestire, più versatile, e che permette anche di essere usato come un software di disegno, ogni software ha la sua specificità, ed esistono molti altri, con molte opzioni specifiche, che permettono di modellare in pochi click le vostre idee in 3D. L'obiettivo è ovviamente, sia per l'arte che per un aspetto più tecnico, poter lavorare velocemente, e digitalizzare e ritoccare facilmente le creazioni, pur proponendo al cliente o allo spettatore, di proiettarsi completamente in ciò che viene presentato.

La tavoletta grafica, un compagno indispensabile per disegnare in modo naturale.

Ovviamente, quando si dice un disegno in 3D tramite un software per computer, si intende una tavoletta grafica. La tavoletta diventa essenziale per l'uso del software, lo stilo sostituisce il mouse impreciso e poco ergonomico. Grazie al sensore di posizionamento assoluto, in opposizione al posizionamento relativo di un mouse, che richiede di spostare il mouse più volte per far muovere il cursore sullo schermo, e allo stilo, che offre una posizione più naturale, diventa molto più facile disegnare con la mano sollevata. Tuttavia, la tavoletta grafica ha spesso i suoi limiti, e tra la presa dello stilo, la coordinazione occhio-mano che richiede di guardare lo schermo quando si disegna, e la sensazione della superficie di disegno, molti utenti, sia il principiante, come il disegnatore o il grafico, anche se sono esperti, possono sentirsi a disagio con questo tipo di strumento. Per questo motivo, l'utilizzo di una tavoletta dove è possibile disegnare su un foglio di carta, come la ISKN Repaper, è un'opzione interessante. Questo tipo di tavoletta grafica offre tutti i vantaggi di una tavoletta digitale, con la gestione dei livelli, dei pennelli e di tutte le opzioni del software, grazie alle scorciatoie assegnabili, mentre vi permette di lavorare con le vostre matite e penne preferite, e avere la sensazione reale di disegnare su carta, come avreste lavorando con un quaderno. Potrete anche importare ed esportare i vostri lavori in 3D, e condividerli con i vostri clienti, o su Internet, per lavorare in modo più efficiente e rapido.

Repaper
La semplicità di carta e penna, la potenza di una tavoletta grafica
Scoprire

Alcuni consigli per imparare a disegnare in tre dimensioni.

Padroneggia le basi del disegno.

Può sembrare ovvio, ma disegnare in tre dimensioni richiede la padronanza delle tecniche di disegno di base. Linee pulite, ombreggiatura, proporzioni, ... Non esitate a fare pratica per molte ore, o anche a prendere lezioni di disegno prima di entrare nel 3D e nella prospettiva.

Inizia con forme geometriche semplici.

Per creare disegni tridimensionali, la geometria sarà la vostra migliore amica. Quadrato, rettangolo, ellisse, poligono, ... Prendi una forma semplice, abbelliscila con linee e curve, per creare cubi o cilindri. Una volta imparato, aggiungete delle ombre per accentuare l'effetto di profondità e l'impressione di 3D.

Esistono molti tutorial su Internet per guidarvi.

State iniziando a padroneggiare le basi della profondità e del 3D, ma volete andare oltre? Una moltitudine di tutorial sono disponibili su Internet. Che tu voglia padroneggiare alla perfezione la matita o un software gratuito o a pagamento, hai l'imbarazzo della scelta su uno dei tanti siti che offrono corsi sul web. Disegnare e progettare opere in 3D, fare piani per la casa di un architetto o un progetto di costruzione, pianificare un arredamento d'interni, o creare un modello di un oggetto in 3D, tutto diventa più accessibile a tutti grazie a un tutorial adeguato.

Il disegno 3D è accessibile a tutti.

Come abbiamo visto, se il 3D richiede delle competenze di base nel disegno, grazie ai software di grafica dedicati a diverse applicazioni, e a diversi strumenti digitali, nonché ai tutorial su Internet, è oggi più facile rappresentare la realtà nei propri schizzi. Tuttavia, sapersi emancipare dalla tecnica tradizionale distorcendo le linee, permette anche, da un certo punto di vista, di realizzare trompe l'oeil e di distorcere la realtà, grazie a certi effetti di prospettiva. Imparare a disegnare in 3D diventa un vero valore aggiunto per molti progetti, dai più professionali ai più artistici.

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi 10€ di buono regalo
Sconto valido a partire da 100€ di acquisto.